Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

I danni delle «comunicazioni paradossali»: ma perchè mai ci piace comunicare al contrario? Il coaching in pillole su Job24

schermatagiufdicembre2016-12-14-alle-09-11-15
Accade spesso anche nella vita, ma in ambito lavorativo é una modalità di cui molte persone sono campioni.  Parliamo della  capacità di comunicare tutto il contrario del messaggio che si vuole trasmettere: ecco l’argomento dell’ultima Pillola video della serie dedicata al coaching, online sul canale lavoro Job24.
La curatrice Giovanna Giuffredi, executive coach, fa qualche esempio di “conversazione paradossale”:  «Questo prodotto non mi convince, troverò il modo di farglielo capire ». Oppure: « Dirò che non mi interessa più di tanto  questa opportunità  in  modo che possano liberamente offrirmela».

Queste strategie relazionali paradossali costringono le persone a dover interpretare, cercare la vera natura del messaggio, cogliere tra le righe e scoprire il significato del non detto. «Considerando che il tempo ormai è il bene più prezioso, ma quanto ci costa tutta questa ambiguità nel comunicare? – si domanda la nostra coach – Quanto tempo perdiamo inutilmente? Sul piano della fiducia , poi,  tutto ciò è devastante: è solo un modo per far crescere la diffidenza».

Qual è allora  il problema? Forse l’incapacità di accogliere un rifiuto o un no. La falsa paura di ferire. Oppure il timore di aprire  un conflitto. In realtà, spiega Giuffredi, sono i presupposti che non funzionano. «Che cosa ci impedisce di parlare in modo chiaro e diretto, con il massimo rispetto dell’interlocutore e assumendoci la responsabilità dei nostri pensieri e delle nostre esigenze? Vi assicuro che si può – afferma l’esperta –  occorre solo allenarsi a comunicare in modo assertivo. Esprimere il proprio punto di vista in modo fermo e rispettoso, sottolineando la soggettività delle proprie motivazioni,  riconoscere quelle dell’altro senza giudizi di valore. E, infine, creare un terreno di negoziazione per arrivare a una soluzione che tenga conto delle due posizioni ».

Pillole di coaching  (4) – Conversazioni paradossali: comunicare al contrario –  Giovanna Giuffredi, executive & team coach

La pillola precedente:

Pillole di coaching (3) Durante un colloquio mai pensare «tanto so come va a finire…»