Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Dirty Job / Basta molestie e violenza nei luoghi di lavoro, firmato: imprese e sindacato. Ma la parola mobbing non c’è

mobbing036-500x321Ci sono voluti nove anni, visto che il documento quadro europeo da cui si parte risale al 2007. E la notizia, pur essendo di quelle che hanno a che fare con la vita quotidiana e con il lavoro di tanti /tante non ha “bucato” nè le pagine cartacee o home nè gli schermi dei Tg. Cosa che accade invece con le sentenze o con le cronache colorite, quelle che si prestano al titolo con l’occhiolino Tipo il Palp Fiction del Buongiorno di Gramellini su La Stampa di oggi, peraltro scritto in punta di penna e “simpatizzante” con la parte più debole in causa.  Ma il 25 gennaio scorso Confindustria e Cgil, Cisl e Uil hanno finalmente sottoscritto una intesa che recepisce l’Accordo quadro sulle molestie e la violenza nei luoghi di lavoro già raggiunto in Europa il 26 aprile 2007 da Businesseurope, Ceep, Ueapme, associazioni datoriali, e  Etuc in rappresentanza dei lavoratori.
E’ di mobbing che si parla, anche se il termine nel testo non è mai citato. E si tratta di un accordo  “volontario”, che non deriva da una richiesta della Commissione Ue o da una direttiva europea.
L’intesa siglata da imprenditori e sindacato riafferma che le molestie o la violenza nei luoghi di lavoro sono inaccettabili e vanno denunciate, sottolineando che le imprese e i lavoratori hanno il dovere di collaborare al mantenimento di un ambiente di lavoro in cui sia rispettata la dignità di ognuno e siano favorite le relazioni interpersonali.
Le parti sociali si impegnano inoltre a dare ampia diffusione all’accordo, affidando alle loro articolazioni sul territorio il compito di individuare le strutture che possano assicurare una assistenza adeguata alle vittime di molestie o violenza nei luoghi di lavoro.
Infine le aziende sono chiamate ad adottare una dichiarazione (secondo un modello fornito in allegato) che  dichiara inaccettabile ogni atto o comportamento che si configuri come molestie o violenza nel luogo di lavoro, impegnandosi contestualmente a prevedere misure adeguate nei confronti di colui o coloro che le hanno esercitate.
Per chi è interessato, qui di seguito c’è  il .doc con l’Accordo Accordo_su_molestie_e_violenza_luoghi_lavoro_25.01.2016  (grazie al nostro Dr. Job Tommaso Targa dello Studio Trifirò & Partners).