Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il lato B/ L’uomo che ha messo in mutande gli oligarchi in felpa del Web

 andrewkeen2L’uomo che ha messo in mutande i giovani miliardari in felpa del web é un signore inglese piuttosto scorbutico che si chiama Andrew Keen. Per aver detto e documentato (scorbuticamente) che il re é nudo  nel suo libro  “Internet non è la risposta” (edito da Egea) – testo cupissimo, ma anche utile quando ci si trova come commensale o compagno di viaggio ferroviario qualche tecnofan irriducibile, un impallinato nativo di Facebook, o un tifoso della distruzione creativa “senza se e senza ma” e soprattutto senza regole  –  si è meritato il nickname di “Anticristo della Silicon Valley”.
Non sorprende il fatto che da quelle parti, dove tra l’altro  abita, lui e le sue tesi non siano particolarmente popolari . Il Keen-pensiero si inserisce nel filone critico aperto da Evgenij Morozov   (“L’ ingenuità della rete. Il lato oscuro della libertà di Internet“)  e rappresentato in Italia da Carlo Formenti (” Felici e sfruttati. Capitalismo digitale ed eclissi del lavoro”) e anche dal Federico Rampini della “Rete padrona”.  Compagno di viaggio di Keen, sul terreno

chiaroscuro
dell’allarme per la disuguaglianza crescente, é l’economista Thomas Picketty  (Il Capitale nel XXI secolo).  Di interesse specifico per questo blog la sua posizione dissonante sul lavoro: la rivoluzione digitale non crea occupazione e tantomeno ricchezza distribuita, anzi, i posti di lavoro “se li mangia”, “svuotando la classe media” e polarizzando il mercato tra élite e sottoclassi destinate a un lavoro “povero, non tutelato e gestito con il controllo”.
Ma la colpa é della Rete o piuttosto di chi la controlla? E sarà sempre e per forza così?
Ieri sera a Milano, all’incontro della serie Meet the Media Guru  (affollatissimo nonostante la pioggia e la concomitanza bulimica pre-pasquale di eventi in città) ha smosso perplessità  e riflessioni, dubbi e certezze (per farsi un’idea, su Twitter l’ hashtag è ). L’ho incontrato faccia a faccia poco prima della conferenza per una intervista in cui abbiamo parlato del futuro del lavoro, dei robot e della creatività umana, che alla fine si prende la rivincita. Insieme alle regole e alla responsabilità condivisa. Meno male. Domande e risposte online sul canale lavoro Job24.