Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il lato B / Per i quadri c’è qualcosa che non quadra: lo dice una indagine di Manageritalia

quadri

C’è il quadro perfetto (25%), soddisfatto del suo ruolo e gratificato a livello professionale e dello stipendio. Ma ci sono anche il quadro discount (che ha lo stesso peso percentuale del “perfetto”: 25%), per il quale è soprattutto la busta paga che non quadrare e il quadro soddisfatto ma non troppo (21%),che é appagato dalla retribuzione e dall’ (ops) inquadramento contrattuale, ma non dal ruolo. Per il quadro soldi e poco più (20%), sono ruolo e lavoro a non quadrare per nulla e, infine, il quadro sull’orlo di una crisi di nervi (10%), che si sente sottoutilizzato e, ovviamente, sottoinquadrato.

La cornice di questa fotografia é l’indagine dal titolo “Quadri di Valore”. L’ha svolta lo scorso ottobre da AstraRicerche per conto di  Manageritalia in collaborazione con LinkedIn, OD&M Consulting e Praxi su un campione di quasi 6.000 individui, rappresentativo dei 430mila quadri aziendali italiani. Che sono per il 30% donne, per il 65% laureati e per il 15% muniti anche di master. Le maggiori criticità, si scopre, stanno non tanto, come vorrebbe lo stereotipo corrente, nel rapporto con i manager, ma piuttosto nella relazione con l’imprenditore se il quadro opera in una impresa piccola o a condizione familiare, e nella inadeguatezza della formazione.

Più della metà degli interpellati lamenta di non aver avuto una formazione specifica al ruolo da parte dell’organizzazione e il 67% denuncia un calo delle opportunità di training e aggiornamento a causa della crisi. Per restare in argomento, nei due terzi delle aziende dove lavorano i quadri ci sono state ristrutturazioni e nel 34,5% dei casi si è cambiato il top management e nell’8,4% si pensa di farlo. Per due terzi degli intervistati negli ultimi anni sono cresciuti stress, carichi di lavoro e tensioni con i colleghi , e la metà ha sperimentato  anche grandi cambiamenti in termini di richiesta di nuove competenze,  maggiore flessibilità, mobilità. Comunque, secondo  poco più di un terzo dei quadri la situazione economica difficile ha portato con sè anche attività più stimolanti, più rilevanza del ruolo e opportunità e crescita professionale. Per chi (quadro o non) volesse approfondire, il rapporto finale, ricco di numeri e tabelle e corredato da una presentazione video con testimonianze, è scaricabile dal sito di Manageritalia