Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Flexecurity – Tutto quello che avreste voluto sapere sui Servizi per il lavoro (e che il JobsAct ancora non dice)..Video online su Job24.it

cover-riforma-impiego_0Il focus del dibattito politico e mediatico di questi giorni, puntato sulla questione dell’articolo 18, mantiene in ombra gli altri aspetti rilevanti della riforma del lavoro com’é delineata (di usare un altro verbo più preciso e “inclusivo” non sembra il caso, a tutt’oggi) dal Jobs Act governativo. Il ruolo e l’organizzazione dei Servizi per l’impiego (pubblici e privati) é uno dei pilastri che tengono in equilibrio l’impianto riformatore. Qual é la situazione attuale e quale potrebbero essere gli sviluppi e le competenze loro attribute nel contesto di un mercato del lavoro diversamente regolato? Ma non solo, visto che alle porte c’é anche la fine delle Province (come le conosciamo) e il debutto delle Città metropolitane? Lo spiega in un agile ma sostanzioso e-book (scaricabile gratis) e intitolato alla maniera di Woody Allen “La Riforma dei Centri per l’Impiego – Tutto quello che avreste sempre voluto sapere sui servizi per il lavoro”  il giovane esperto Francesco Giubileo, che studia da tempo le nuove politiche del lavoro (vedi anche questo post di JobTalk) per il Centro studi TopLegal, all’Università Bicocca di Milano e ne scrive su Lavoce.info.
Giubileo é venuto qui in studio al Sole e abbiamo parlato di criticità e di proposte: la videointervista é online sul canale lavoro Job24.it. Gli

Schermata 2014-09-22 alle 11.12.28
ostacoli al ridisegno efficace dei servizi per l’impiego non sono solo di tipo economico.  Non c’è ancora chiarezza, ci ha detto  il ricercatore, per esempio, sul  modello da seguire tra i diversi attivi in Europa: la scelta é tra il sempre citato sistema danese, il britannico welfare to work, l’approccio tedesco “a quattro fasi” o la formula olandese con il privato al centro, ma sottoposto a un meccanismo di rating implacabile.  Insomma, il paradosso é che i futuri Servizi per l’impiego sembrano avere un problema di orientamento… Potranno poi convivere l’Agenzia Unica con articolazione federale proposta senza troppo dettagliare dal JobsAct con le attribuzioni (altrettanto vaghe e incerte al momento) che le Province lasciano in eredità alle nuove Città metropolitane? Un capitolo dell’e-book, infine, ha il  promettente titolo “Trasformare la burocrazia in risorsa”. Come? Cliccate il video! Lavoro che cambia – La riforma dei centri per l’impiego – Francesco Giubileo – Centro Studi TopLegal