Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

JobSearch / I 10 errori da evitare quando si cerca lavoro: il video su Job24.it, il decalogo nel post

 

Achilli-312x199
I dieci errori da evitare quando si cerca lavoro sono online oggi su Job24.it sotto forma di video intervista con il nostro Esperto di selezione Claudio Achilli. Il ping pong continua nei prossimi giorni con altri temi pertinenti, i fondamentali della ricerca e qualche strategia più social, perchè, come sostiene Claudio, nessuna strada va tralasciata. Intanto, ecco a seguire la traccia scritta delle dritte che potete vedere e ascoltare sul canale lavoro de Il Sole 24 Ore e il link alla precedente uscita.  Ping pong sul lavoro – 10 consigli per trovarlo in tempi di crisi – Claudio Achilli, consulente di formazione e selezione

                                 
10 errori da evitare quando si cerca lavoro

1)    Pensare di fare tutto da soli:
          incontrare 10 persone che fanno il lavoro che vorremmo fare. Spargere la voce.
          Parlare, parlare, parlare. Orecchio sul mercato: sostituzioni maternità o ferie
2)    Limitare la ricerca a quello che c’è in giro:
     gli annunci non bastano. Maggior parte dei posti vacanti non sono
      pubblicizzati. Molti posti sono sommersi e vanno scoperti.
      Puntare su piccole imprese (PMI)
3)    Avere un solo obiettivo professionale:



in base alle competenze, interessi e conoscenze, focalizzare 4/5 lavori possibili.
Non uno solo intestardendosi.  Scovare lavori di nicchia con meno concorrenza e maggiore potenzialità di trovare lavoro. Tutto parte dalla motivazione
4)    Gettare la spugna in fretta:
Tra chi cerca lavoro, 1/3 si arrende entro 2/3 mesi. Tutto sbagliato, tutto da rifare. Per centrare l’obiettivo ci vogliono almeno 200 con aziende o società di recruiting. Scrivere, chiamare, andare di persona nei posti che interessano
5)    Comportarsi come se il lavoro fosse dovuto:
nulla è dovuto: oggi a maggior ragione. Non essere supercritici. E’ il candidato a convincere il datore di lavoro che può portare valore aggiunto xchè preparato, motivato, entusiasta…appassionato, positivo….ecc.
6)    Dedicare poco tempo alla ricerca del lavoro:
brandelli di tempo non portano ad alcuno risultato Questo aumenta la demotivazione  e la sottostima.  Minimo 3 ore al giorno, ma ci vuole molto di più. Oggi con la crisi :  full time…e non basta
7)    Ignorare gli altri:
invece serve parlare, parlare, parlare con amici, conoscenti, professori.
Chiedere consigli e dritte a chi fa un lavoro che piace, servizi di orientamento delle università, agenzie per il lavoro, centri x impiego.
8)    Considerare la ricerca come un hobby:
serve definire tattiche e strategie, capire che competenze servono per il lavoro che vorremmo fare, colmare dei gap conoscitivi, linguistici, leggere libri, stabilire contatti mirati, andare a incontri/seminari/convegni dove si parla di lavoro…..
9)    Intestardirsi su tecniche che non funzionano:
Se dopo un mese di cv a pioggia non ci sono riscontri, cambiare tattica.
Concentrarsi su raccolta informazioni su aziende che interessano,  e cercare di intercettarle a fiere di settore (Smau, Salone Mobile, Bit…ecc), career day, job forum.
10     Impreparati sul piano mentale e finanziario:
anziché essere pessimisti, fermarsi a riflettere, ripensare tutto. Cambiare metodo. Fare tagli , riduzioni di spese. Trovare lavori extra x le spese vitali.