Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Cre-Attivi / Le tredici tecniche ammazza-idee in ufficio (non sono made in Italy, ma suonano familiari..)

Creativitykiller
Sul blog di Frank Sonnemberg, marketing strategist americano, ho trovato questo post . Si intitola"13 Ways to Destroy Creativity and Innovation"  ed é uno straordinario repertorio  delle frasi che,  pronunciate in un ambiente di lavoro, uccidono la creatività e l'innovazione. Straordinario per completezza: ci sono proprio tutte. E anche per perfidia: quindi non adottatelo, per favore. Qualche esempio dal tredecalogo sonnemberghiano delle tecniche ammazza-idee .
Categoria 1 . Tecnica del buio ( "E' un'idea sbagliata: non saprei dirti perchè, ma non mi piace") .
Categoria 3, o della Tempistica tiranna ("Sarà una paginetta, non dirmi che a metterla giù ci vuole più di un'ora..." e " La voglio per domani, lo so che non c'è fretta, ma tu fammela avere comunque") .
Categoria 5 : Formalità e burocrazie  ("Mettimela per iscritto" ) . 
Categoria  7, o Tecnica dello scoraggiamento ("Non ho tempo per vederci, perchè non mi mandi una email?" e  "Non sei qui per avere le idee, pensa  a lavorare" ) Categoria 13, specialità Caste chiuse ("Perchè dovrei starti a sentire? Non è la tua area di competenza..).  Qualcosa vi suona familiare? Forse le più italiane di tutte, però,  sono la n. 11, categoria: Politica ("Che cosa ne dirà il capo?" e "Speriamo di non pestare i piedi a qualcuno") e la n. 12, specialità: Resistenza al cambiamento ( "Se é una così bella idea, perchè nessuno ci ha pensato prima?" e "Non lo abbiamo mai fatto", a cui aggiungo come variante personale "Qui si è sempre fatto in un altro modo"). Viene persino il sospetto che Sonnemberg abbia messo una cimice nelle nostre aziende (mica in tutte, chiaro: ma una bella quota sì, ragiona proprio così) .
Di solito, le frasi killer  le sentiamo una alla volta, non in blocco. Ma proclamate in sequenza, somministrate a rilascio lento,  magari  in modalità seriale da un collega più anziano (nel duplice senso anagrafico e di longevità aziendale) o da  un capo, o comunque un decisore, hanno il potere di a disarmare anche  i promotori di idee più entusiasti e coriacei.  Che alla fine si arrendono e lasciano perdere.  Succede spesso nelle realtà di lavoro. E alla fine ci perdono tutti.