Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Busta paga, bonus & benefit / Le aziende non assumono e dicono perchè (ai consulenti del lavoro)

 "…Se infatti si chiede ad un imprenditore perché non assume, la risposta sarebbe una ed una soltanto: perché per garantire un netto di 1.236,00 euro ad un lavoratore, bisogna spendere 2.648,19 euro; vale a dire il 114,22% in più . E allora è questo il problema vero. Non c’è dubbio che l’articolo 18 rappresenti una norma che va adeguata ai tempi. Ma non facciamolo diventare il capro espiatorio poiché il vero problema è da tutt’altra parte".  Così commenta Rosario De Luca, Presidente della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro i risultati di una indagine promossa presso gli iscritti agli Ordini provinciali della sua organizzazione e intitolata "Perchè gli stranieri non investono in Italia e gli italiani investono all'estero". Download Perchè gli stranieri non investono in Italia e gli italiani investono all'estero – Indagine FS 
Visto che gli interpellati non sono i diretti interessati, cioè imprese e potenziali investitori stranieri, ma i professionisti che, nei loro studi, 
gestiscono oltre 1 milione di piccole medie aziende, si può dire che si tratta di una indagine di "sentiment". Indiretta, però sensibile al clima ben sintonizzata sull'umore (e soprattutto sulle propensioni all'assumere o meno) di una platea non piccola e tantomeno irrilevante di datori di lavoro. 
Dov'è il problema allora? Per chi fosse curioso, secondo i consulenti del lavoro gl
i ostacoli che frenano investimenti e crescita, oltre il peso insostenibile del lordo in busta paga (1° posto), sono nell'ordine:  2a- la burocrazia che crea adempimenti inutili, 3e ex aequo – la lentezza della giustizia e la carenza di infrastrutture, compresa la diffusione di Internet, 4a- la presenza di criminalità organizzata e di diffusa corruzione.
SEGUI JOBTALK E JOB24.IT ANCHE SU TWITTER CON 24JOB