Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

JobsOnWeb /Se è vero che in Rete c’è tutto, è lecito suggerire a chiunque di cercare lì qualunque cosa? Lavoro incluso…

Da Umberto Rapetto, sceriffo della GdF e antropologo telematico (come dice lui) abitante della Rete da prima che ci fosse il Web (confermo, l'ho visto perchè c'ero anch'io), la saggia raccomandazione a non andare nel bosco di sera, cioè in un sito qualsiasi a cercare lavoro, ovvero a non accettare consigli di lavoro dal primo Url che passa. E con il momento complicato per l'occupazione, ne passano parecchi a fare recruiting per il Paese dei balocchi, come pure di Grilli Parlanti che sanno tutto…Sulla chiosa finale: troppo buono Umberto! Non siamo più abituati a essere citati, JobTalk e il canale lavoro Job24.it…
SEGUI JOBTALK E JOB24.IT ANCHE SU TWITTER CON 24JOB  
di Umberto Rapetto *.Se è vero che in Rete c’è tutto, è quasi lecito suggerire a chiunque di cercare lì qualunque cosa. Lavoro incluso.
Se è altrettanto fondata la consapevolezza che online può capitare di tutto, è quasi doveroso calibrare ogni infervorato consiglio per evitare pericolosi impeti che possono riservare l’imprevisto retrogusto della fregatura. E se in gioco c’è il futuro dell’interessato, ogni cautela è d’obbligo.
Nonostante le lapalissiane considerazioni in premessa, sono in molti ad elargire (quasi fossero i custodi di una tanto preziosa quanto sconosciuta panacea) indicazioni su come affrontare le diverse tappe del proprio percorso formativo ed occupazionale sfruttando Internet e i mille siti che vi si affacciano. Un briciolo di esperienza nello specifico ambito mi consente di esprimere qualche ragionevole riserva e di contestare l’insostenibile leggerezza del …comunicare.
La fragilità di chi è a caccia di un posto di lavoro non credo abbia bisogno di commenti. Il minimo barlume di speranza di trovare sistemazione può facilmente indurre a calare anche le più istintive difese. Il timore di perdere l’occasione, magari proprio quella giusta, fa sì che tra candidato e sito web si instauri un venefico rapporto di fiducia e confidenza.
Chi cerca lavoro è pronto a fornire ogni elemento sul suo conto (senza considerare i rischi in materia di riservatezza dei dati) e ad accettare anche qualche svantaggiosa condizione di “start up” del proprio futuro (non immaginando che l’interlocutore – dietro apparenti sembianze professionali – possa essere un imbroglione matricolato). La ricerca online, quindi, deve veder prevalere la prudenza sull’entusiasmo. Se non si ha reale competenza sull’utilizzo della Rete, vale la pena di individuare un “mediatore” ovvero un web che – a differenza di un classico motore di ricerca – filtri le opportunità e ne offra una guida ragionata.
Non vorrei parafrase il mitico Ferrini di “Quelli della notte”, ma Jobtalk può essere la sponda migliore perché “lo dice il ragionamento stesso”.
Scettici e ostinati mi auguro facciano loro un’altra battuta dell’indimenticabile personaggio del clan di Renzo Arbore: “non capisco, ma mi adeguo…”
* abita in Rete da prima che ci fosse il web e – a margine della sua principale attività di sceriffo – si diletta di antropologia telematica
Hr Center – Si fa presto a dire: cercate lavoro sui social network…

 

  • Maria Rita Meucci |

    Sono d’accordo! Web sì, ma cum grano salis!

  • gianni |

    è piacevole leggere qualcosa di sensato…
    complimenti!
    Gianni

  • francesca |

    molta gente che conosco mi sembra sia caduta in trappole del genere. una su tutte, la più innocua, forse: su Facebook c’era un periodo in cui dilagavano le richieste di iscriverti ad una sorta di social network, gemello di Fb (non ricordo il nome), ma che prometteva introiti in denaro per ogni movimento in esso effettuato e membri invitati, grazie alla pubblicità. non ci ho mai creduto, ma ho visto che in diversi hanno battuto su questo tasto per lungo tempo… grazie infinite per il vostro indispensabile lavoro!

  • Alessandro |

    Proprio nei momenti in cui le persone sono più in difficoltà aumentano i tentativi di truffa. Questo rende il momento ancora più drammatico e allontana la gente da quel preziosissimo strumento che è il Web.
    <serve più controllo e più pene per chi approfitta così ignobilmente.

  • valeria |

    ho letto stamattina di una ragazza che sul web ha trovato la seguente inserzione: “CERCASI ASSAGGIATRICE DI COCKTAIL ALLE MAURITIUS”
    Ahahahah fosse vero!!!

  Post Precedente
Post Successivo