Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Maratona d’amore e //é lavoro / La playlist dei brani letti…

ci è voluto un po' ma eccola qua, la lista dei brani e autori letti a voce alta insieme sabato scorso alla Maratona d'amore e // è lavoro, reading  di JobTalk-Job24 con Paola Calvetti e Mondadori. Se ci sono inesattezze o lacune nei titoli o nella attribuzion e/o grafia degli autori, e lo sappiamo che ce ne sono, segnalatecele per favore. Senza inveire se possibile e senza invitarci a ritornare alla  scuola dell'obbligo, o a migliorare il nostro livello culturale (facciamo le maratone anche per questo..) come è accaduto per la JobMarathon di settembre. Le foto? Appena le ho le metto online, fotografi presenti, ufficiali e non …Grazie a tutti/e coloro (tanti/e) che stanno raccontando la maratona di sabato con resoconti sui loro blog e siti e su Facebook. La Maratona ritornerebbe..uso il condizionale perchè non so se a qualcuno questo dispiacerebbe (altro condizionale), e io preferirei che non fosse così…
T S  Eliot – Old possum book of practical cats, Simone Signoret – La nostalgia non è più quella di un tempo, Philippe Forrest – L'amore nuovo, Pierluigi Arcidiacono – Filastrocca : il re venuto dal mare, Pablo Paolo Peretti – Poesie da "Raccolta da mezzanotte in poi",  Jacques Prévert – Questo amore, Barbara Greggio – Brani da "In fondo alla via", Giampiero Gelmi– Poesie da  "Dopo molto di te", Sophie Kinsella – La regina della casa, John Fante– Sogni di Bunker Hill, Erri De Luca – Non ora non qui, Charles Bukowsky – Partite a scopa, Diari di Robert e Clara Shumann – Casa Shumann, Luciano Bianciardi -  La vita agra, Anna Maria Ercilli – Poesie da "Piccole lame", Paola Calvetti  -  Noi due come un romanzo, Pino Piatti – 6 febbraio, Alberto Moravia – La cosa, Ada Grecchi – L'età delle passioni, Abraham Yehoshua – Il Responsabile delle Risorse Umane, Fabrizio De Andrè – Verranno a chiederti del nostro amore, Matteo B.Bianchi – Generation of love, Gino e Michele – Cuore e mente (dalla Smemoranda), John G. Dunne – Niente è perduto, Azar Nafisi – Le cose che non ho detto, Wislawa Szymborska – Scrivere il curriculum, Giuseppe Culicchia – Tutti giù per terra,  Gibran Kahlil – Quando l'amore chiama, seguilo, Laura Esquivel – Dolce come il cioccolato,Il canto delle ruote, Nicholas Sparks – Le parole che non ti ho detto,  Woody Guthrie – Deportati, Bob Dylan – Il tramonto del sindacato, Georges Simenon -  Le campane di Bicêtre, Lorenzo Da Ponte dal libretto del Don Govanni, Valeria  Montaldi – La fata, Alejandro Jodorowsky  -  Quando Teresa si arrabbiò con Dio", Roberto D' Incau – Quasi quasi mi licenzio, Herbert Pagani – Albergo a ore, Oriana Fallaci  – Intervista ad Alexandros Panagulis, Alda Merini – poesie, Enzo Gianmaria Napolillo – Remo contro, Marcela Serrano – L'albergo delle donne tristi,  Francesco Varanini – poesia da T’adoriam budget divino, Sara Ferretti – La ginnastica, Guida Actl – I vostri prossimi 50 anni, David Grossmann – Che tu sia per me il coltello, Cesare Pavese – Lavorare stanca,  Gabriella Simoni – E io amo chi sogna l'impossibile in Il braccio legato dietro la schiena – Storie di giornalisti in guerra di Mimmo Càndito, Francesco Musella poesie "Gli amori belli" "Gli operai"
SEGUI JOBTALK E JOB24.IT ANCHE SU TWITTER CON 24JOB  

  • Asa |

    Beh, ottimi suggerimenti di lettura. Complimenti, spiacente di non aver potuto partecipare

  • Catia Simone |

    ovviamente sono sempre la Catia di Fante in versione agente di commercio eh eh…

  • Catia |

    Evviva l’orgoglio Rosanna. Probabilmente non c’entra nulla con il post, ma ieri sono stata a Rimini alla MIA fiera Alimentare, per lavoro, sono agente di commercio nel settore ittico e carni fresche e congelate, e la crisi è visibile e palpabile anche in queste fiere della vanità commerciale. Un padiglione chiuso, tantissime aziende anche leader hanno rinunciato a parteciparvi e la parola d’ordine: non rischiare e farsi pagare. Concetto elementare ma determinanate in questo momento critico. Siamo in piena recessione altrochè, peccato che “lassù” qualcuno non l’abbia capito!
    Abbracci e saluti a tutti.
    Catia

  • Maria Rita Meucci |

    Io ho letto Sophie Kinsella che, certamente, dai più sarà stata considerata una scelta leggera, ma a me piace troppo la sua ironia. La prossima volta prometto che sarò molto più seria…insomma non lo garantisco! Garantisco che ci sarò e che leggerò. Mi è piaciuto troppo!

  • rosanna santonocito |

    mi piace questo orgoglio per aver scelto e letto un pezzo scritto da altri, soprattutto se si tratta di un gran brano, capace di regalare emozioni e suscitare pensieri in coloro che ascoltan, o di un autore come john fante. Anch’io mi dichiaro: ho letto Simone Signoret e la testimonianza di Gabriella Simoni, dal libro degli inviati di guerra di Mimmo Candìto

  Post Precedente
Post Successivo