Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Formazione internazionale / Università Usa in testa al ranking di Shangai, aspettando la top list modello europeo

E' tempo di classifiche nel mondo e nel mondo dell'università e dell'alta formazione internazionale, questo della Jao Tong è il quinto.Interessano chi è mobile. L'Italia dov'è? Dal 102esimo posto in giù. Secondo l'informatissima Loredana  nel fututo c'è una classifica delle migliori università internazionali vista dall'Europa,  con criteri europei…
di Loredana Oliva. Con la classifica di Shanghai, o meglio l’Academic Ranking of World
Universities, www.arwu.org,  realizzata dell’università cinese Jiao Tong,  arriviamo in pochi mesi  a quota cinque ranking che valutano università o mba di livello internazionale: Financial Times, Times Higher Education, Economist,  École des Mines,
L’ultimo arrivato è proprio il ranking di Shangai, che non ha sostanziali differenze rispetto agli anni passati, in testa ci sono le americane Harvard, Stanford, Berkeley e Mit, nelle prime dieci due inglesi, le più tradizionali, Cambridge ed Oxford.  Quest’anno sono recensite  le 500 università migliori al mondo, quasi un parallelo con l’altra classifica mondiale di Qs e Times Higher Education dove ricorrono nelle prime classificate i nomi degli Atenei americani e inglesi più famosi. 
Il lavoro della Jao Tong University di Shanghai – che ha anche una scuola di business, Antai School of Management, con programmi in partenariato con i nostri Mip, Mib e Sda Bocconi – ha una valenza “storica”. E’ stato il primo ranking redatto in Asia, a cura di un’istituzione universitaria, che si è presa il gusto di valutare tutte le università del mondo, nel 2003 le università cinesi all’altezza di una tale classifica erano ben poche, e ancora oggi non sono comprese nelle prime cento, mente ci sono le israeliane, le giapponesi e le australiane.  L’università di Shanghai, ha anche applicato criteri diversi dalle altre classifiche. 
Gli indicatori utilizzati sono:
•1a qualità della didattica, data dal numero degli alunni dell'istituzione che hanno vinto Premi Nobel e Medaglie Fields (premi accademici internazionali nei vari settori)
• qualità dello staff accademico, data dal numero di Premi Nobel and Medaglie Fields vinte dallo staff dell'istituzione e dal numero dei ricercatori più citati in 21 diverse categorie.
• rendimento dell'attività di ricerca, misurato dagli articoli pubblicati su Nature e Science e dagli articoli presenti nel Science Citation Index expanded e nel Social Science Citation Index.
• dimensioni dell'Ateneo, misurate dalla performance accademica in relazione alle dimensioni dell'istituzione.
Criteri che nel 2003, avevano fatto precipitare nelle ultime posizioni le Grandes Écoles francesi, il mondo accademico aprì un dibattito nelle prime pagine di quotidiani come Le Monde e Le Figaro. Oggi sono tre le università francesi nelle prime cento, Paris 6 (università Pierre et Marie Curie), Paris Sud e  l'École Normale Supérieure. Le italiane (una 20ina) sono sparse tra il secondo blocco, da 102 a 202 (Statale di Milano, Pisa, Roma La Sapienza, Padova, Università e Politecnico di Torino) e poi in ordine alfabetico da quota 300 a 510.

SEGUI JOBTALK E JOB24.IT ANCHE SU TWITTER CON 24JOB



Da qualche tempo il ranking di Shangai non l’unico fatto da una sola istituzione universitaria, in primavera è uscita  la  terza edizione della classifica stilata dal politecnico francese École des Mines,   ci poi sono i ranking di centri specializzati come l'olandese Cwts di Leiden 
e  l’'Heeact, , centro taiwanese di valutazione dell'istruzione superiore.
Nel futuro ci sarà una classifica tutta europea delle migliori università internazionali? Pare di sì, è stata annunciata sotto la presidenza francese dell’Unione Europea, in una conferenza dal titolo "Comparazione internazionale dei sistemi educativi: un modello Europeo?” Questo appello allo sviluppo di un modello di classifica e valutazione in Europa, ha trovato ascolto, ed è in itinere un progetto che ha la sua base proprio nei sistemi conosciuti, come quelli del Times e di Shangai dell'università Jiao Tong. L’Italia avrà un ruolo molto importante, infatti pare che la Commissione Ue abbia assegnato all’Università di Pisa l’incarico di produrre dati statistici sulle università di tutti i 27 paesi membri e studiare il modo per applicarli in futuro. Ve lo racconteremo con maggiori dettagli

Academic Ranking of World Universities – 2009

Le prime 20 

World Rank Institution Region   


Harvard University
  

Stanford University

  

University of California, Berkeley

  

University of Cambridge

  

Massachusetts Institute of Technology (MIT)

  

California Institute of Technology

  

Columbia University

  

Princeton University

  

University of Chicago

  
10 
University of Oxford

  
11 
Yale University

  
12 
Cornell University

  
13 
University of California, Los Angeles

  
14 
University of California, San Diego

  
15 
University of Pennsylvania

  
16 
University of Washington

  
17 
University of Wisconsin – Madison

  
18 
University of California, San Francisco

  
19 
The Johns Hopkins University

  
20 
The University of Tokyo

  

  • doctor eko |

    Loredana, quello che secondo me andrebbe sottolineato è il fatto che le diverse classifiche pur utlizzando indicatori in alcuni casi differenti, relegano sempre le università italiane oltre il 100o posto. Questo ci dovrebbe seriamente far riflettere.

  Post Precedente
Post Successivo