Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

MyJob24/Le vostre storie / Dai pistoni ai maccheroni: Claudio Tata, sommelier professionista

2claud1_2
Su Job24.it ritornano le pagine autogestite dai lettori, con le loro storie e i loro materiali, a cura di Loredana Oliva. Mandate i vostri a jobtalk@ilsole24ore.com . Online c’è Claudio Tata, sommelier, parole, foto e addirittura un mini-corso video a partire dagli attrezzi del mestiere. Bello!
Di Loredana Oliva. Dice di aver fatto un "triplo salto eno- assistito". La sua storia è segnata sia da cambiamenti che caratterizzano i rapporti di lavoro, sia dal mutamento di settore e di attività. Esordisce passando da un’azienda di famiglia ad un’altra: meccanico d’auto di terza generazione, dall’officina molto ben avviata dal padre e dal nonno, scivola teneramente nel ristorante della moglie. Notti insonni, ma cullate dalla dolcezza della campagna intorno a quel luogo, da dove escono profumi, suoni, creatività. L’officina perde fascino. Diventa sommelier, ma il family business gli sta stretto. All’inizio cerca persino lavoro come cameriere, ma le competenze hanno la meglio e oggi la sua attività la esercita in un ristorante di tendenza.  Può affermare di sentirsi finalmente al posto giusto.
Nella homepage di Job24.it  di oggi, oltre a raccontarci la sua storia, Claudio Tata ci regala dei preziosi consigli su come "Servire il vino", e le sue sensazioni del primo giorno del nuovo lavoro, "Un nuovo posto di lavoro" che ha scritto per il progetto didattico ed editoriale Porthos. Con Sandro Sangiorgi, sommelier professionista abbiamo provato ad aprire la valigetta degli attrezzi del mestiere" del sommelier.  Nel video, Sandro mi spiega che anche un bicchiere è uno strumento e va maneggiato con rigore. Guardate il video per imparare quando e se usare il famoso decanter e per altre utili notizie; e la fotogallery di Claudio insieme con i suoi cuochi, i clienti, nel suo ambiente di lavoro fatto di giuste temperature, cucina, cantina, frigoriferi e… ghiaccio, ma con parsimonia.

  • Tuo Fratello |

    Che dire? Dai tappi dei monoblocchi a quelli delle bottiglie! Caro fratellone quante ne hai fatte!! Ricordo con immenso piacere gli anni trascorsi insieme in officina, fino a notte inoltrata per finire le nostre macchine da corsa!!! E che dire di quante volte ho chiesto il tuo aiuto in officina per problemi magari semplici e tu, con la tua pazienza “elefantina” mi spiegavi la soluzione!! Continua così! Sono fiero di Te!! Mauro Tata

  • rosanna santonocito |

    bravo claudio, avevo pensato anch’io la stessa cosa.. vista così siamo tutti alieni verdi, qui dentro…

  • Claudio Tata |

    Max,
    grazie, come sempre sono felice di leggere tue notizie.
    Francamente io MI sento molto “umano”, da come l’hai messa tu dovrei avere la pelle verde e le orecchie a punta? hahahaha
    grazie comunque, a presto.
    Claudio

  • ik5zaa |

    Complimenti, caro Claudio. E se un giorno passerò dalle tue parti non mancherò certo di venire a trovarti (poichè credo che ne valga la pena).73 de ik5zaa Roberto.

  • Max |

    Da quando conosco Claudio sono sempre stato convinto che lui vive in una dimensione temporale diversa da quella di noi esseri umani. Si perché per gestire tutti gli interessi, hobby e lavori, con la passione la serietà e la professionalità di Claudio occorrono almeno due persone normali oppure una giornata fatta di 36 ore.
    Ti auguro ogni fortuna Claudio.
    Max

  Post Precedente
Post Successivo