Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

MyJob24/Esperto nella qualità delle aziende, dandy e viaggiatore, Niccolò dalla pedana alla vita.

 

Scelfo_0140_2
MyJob24 è a cura di Loredana Oliva
Niccolò Scelfo è davvero tante cose insieme. Il primo protagonista maschile di MyJob24, intreccia il pragmatismo e la presa di decisione con l’universo intatto dei sogni e delle emozioni, e fa emergere tutta la ricercatezza della sua parte femminile (fuori dai cliché). E’ un economista- ingegnere della qualità, alle spalle un corso di laurea sulla tecnologia, la scienza, il confronto con le aziende farmaceutiche e la loro valutazione (questo è il suo lavoro attualmente), poi il suo personalissimo gap year, cominciato in Nuova Zelanda, lo ha portato a Dubai, dove per non perdere tempo (e anche danaro spiegherà lui) si è iscritto alla sessione d’esame per ottenere il Toefl. Ma il suo core business lievita di stoffe, design, life style, creatività e fencing, scherma “Con la spada e non col fioretto” precisa. E’ pieno di curiosità Niccolò, 26 anni da compiere, a fine marzo, attratto da mille centri d’interesse. Tante cose, qualcuno gli dice “troppe”. Si dice disposto a cambiare, lavoro, paese, punto di osservazione. Intanto da Figline Valdarno, lavora diligentemente ma non interrompe il flusso musicale dei suoi pensieri.
Leggete la sua storia nella homepage Job 24, guardate la photo gallery del viaggio a Dubai  e le magnifiche immagini di Niccolò in pedana, con la sua spada.  Un racconto tutto da leggere. Aspettiamo i vostri commenti, e anche le vostre storie

  • Pier |

    Sicuramente un ottimo esempio di “pensiero libero” che non si fa limitare dalla cultura circostante.
    Una esperienza all’esterò credo sia fondamentale per capire cosa significa davvero lavorare e fare imprenditoria in modo moderno e efficace. Infatti manager si diventa solo se se hanno buoni esempi davanti agli occhi e magari con una buona formazione alle spalle.
    Il mio percorso MBA mi ha aperto sia gli occhi che le porte.
    Saluti

  • Niccolo' Scelfo |

    Parole sante Jacopo! In effetti è una cosa che ho sempre pensato anche io: perchè “limitarsi” ad un unico campo? Perchè non ampliare i propri orizzonti e con curiosità cercare di apprendere il più possibile da ciò che ci circonda? Anche per quello la mia scelta (nel 2001) è caduta su di un’inter-facoltà: proprio perchè mi dava la possibilità di ottenere una formazione trasversale quanto più possibile. A quello ho cercato sempre di unire altre esperienze come i viaggi in Australia e Nuova Zelanda, gli USA e naturalmente il Vecchio Continente. Last but not least, Dubai. La prossima meta vorrei che fosse il Giappone, perchè è un altro tipo di cultura, sono sicuro unica e preziosa, con cui confrontarsi. Una cosa di cui sono sicuro però, è la volontà di non “fermarsi”, di non restare legare al terreno come un aquilone, ma piuttosto volare trasportato dal vento.

  • Jacopo Guglielmi |

    Complimenti Niccolò:
    Direi che tante cose non dovrebbero mai essere definite “troppe”… magari in un primo momento fanno pensare ad un disperdere energie; ma nel tempo saranno certamente un bagaglio utile per affrontare il settore specifico che Niccolò deciderà di intraprendere.
    Da apprezzare anche la poliedricità che in pochi hanno e che invece è fondamentale al giorno d’oggi.
    Continua così!!!
    Jacopo Guglielmi

  Post Precedente
Post Successivo